AUSTRALIA,  ITINERARI,  SYDNEY

Alla scoperta di Sydney! Quattro giorni a zonzo per una delle città più multiculturali del Mondo!

Sydney.
Tanto sognata, tanto aspettata e tanto vissuta!

So perfettamente come ci si sente quando si ha in mano un biglietto aereo con destinazione Sydney!
Un misto di felicità, impazienza e disorientamento ti assale appena metti piede in questa immensa metropoli e non sai più da che parte girarti.

Voglio aiutarvi con questo itinerario di 4 giorni a organizzare le vostre giornate nel migliore dei modi per godervi al massimo ogni angolo della città!

Iniziamo da qui!

Giorno 1

St. Mary’s Cathedral e Art Gallery

La mattinata inizia presto, un caffè al volo e ci incamminiamo verso St. Mary’s Cathedral.
Imponente, neogotica e moderna. Sì, proprio così, moderna! Dovete sapere che tutto quello che troverete in Australia in generale è piuttosto recente, non pensate di venire qui e trovare cenni storici a go go perché ne rimarrete delusi!
Completata nel 1928 è il luogo di culto per eccellenza per i credenti di Sydney.
Impossibile non notarla!
La facciata riflette una luce dorata meravigliosa quando baciata dai raggi del sole! Questa tinta particolare è data dalla pietra arenaria con cui è costruita e direi che si adatta perfettamente all’ambiente australiano!

St. Mary’s Cathedral, Sydney, NSW

Superiamo la Cattedrale e, spostandoci sulla destra, attraversiamo The Domain Pitches Park che ci porta direttamente davanti alla facciata della Art Gallery of New South Wales. 
Per ragioni di tempo non ho avuto modo di visitarla, ho preferito saltarla piuttosto che dedicarci giusto qualche minuto solo per dire: “Sì, ci sono stata”.
Sicuramente per gli standard italiani ed europei in generale è un po’ piccolina ma raccoglie un’importante collezione tra cui si possono trovare opere dei noti Picasso, Canaletto, Michelangelo, Van Gogh, oltre che l’arte locale.
Se vi trovate nel bel mezzo di una giornata di pioggia o avete qualche ora libera però un salto indietro nel tempo e immersi nella cultura ve lo consiglio assolutamente!

Art Gallery of New South Wales, Sydney


Royal Botanic Garden e Mrs Macquarie’s Chair
Basta fare qualche passo in più seguendo la Art Gallery Rd per ritrovarsi finalmente immersi nello splendido Giardino Botanico di Sydney. Un’oasi di pace immersa nel verde e nel cinguettio di pappagalli e cacatua a due passi dal caos della città.

Royal Botanic Garden, Sydney, NSW


Una bellissima passeggiata lungo le sponde del fiume ci regala la prima anteprima, alle nostre spalle, dell’Opera House e dell’Harbour Bridge!
In una quindicina di minuti (tempo fotografie compreso) ci ritroviamo davanti alla famosissima Mrs Macquarie’s Chair. Di per sé non ha nulla di particolare questa sedia, si tratta di una panchina costruita nella roccia e dedicata ad Elizabeth Macquarie, moglie del Governatore del New South Wales, che era solita sedersi in questa parte dei giardini ad ammirare la vista panoramica sul porto.
Vi consiglio tuttavia di fare questa passeggiata perché la vista della baia che si apre alle vostre spalle, dei due simboli della città e dello skyline è davvero unica!

Sydney, NSW


Marcia indietro e via! Finalmente è arrivato il suo momento!
Ripercorriamo in direzione opposta la passeggiata che costeggia il fiume ormai affollata da turisti e sportivi che fanno jogging…

ed eccoci davanti all’ Opera House!!

Immensa, bellissima!
Simbolo non solo della Harbour city, come viene definita Sydney, ma dell’Australia stessa, il teatro dell’Opera realizzato dal danese Jørn Utzon è davvero sensazionale, vale la pena venire qui solo per questo!
Dedichiamo il giusto tempo per ammirarla in ogni suo dettaglio, dalle minuscole piastrelle che la ricoprono e riflettono la luce del sole alla sua struttura così unica per poi voltare lo sguardo sull’altro grande simbolo della città: l’Harbour Bridge!

Sydney, NSW

Nonostante le dimensioni, Sydney si gira piacevolmente a piedi, permettendovi di scoprire angolini davvero suggestivi!
La fame inizia a farsi sentire perciò decidiamo di andare nel vivacissimo quartiere di The Rocks per uno spuntino!
Un tempo era il quartiere malfamato della città, in cui si stabilirono i primi coloni europei, oggi si è trasformato in una delle attrazioni turistiche più importanti!
The Rocks Market vi accoglierà dal primo istante con profumi, colori, botteghe e musica dal vivo che vi farà sentire a casa, nel posto giusto! Ed é proprio qui che decidiamo di prenderci una pausa dal sole cocente di quella mattinata e di addentare finalmente un golosissimo burger in stile australiano!

The Rocks, Sydney, NSW

Il nostro pomeriggio prosegue all’insegna del relax!
Un salto veloce a visitare la State Library dove ci fermiamo una mezz’oretta per ricaricare i telefoni e organizzare la seconda giornata di viaggio per poi incamminarci di nuovo verso Hyde Park, 
il parco più vecchio dell’Australia!
Assolutamente da vedere sono la famosa Archibald Fountain e l’ANZAC Memorial con annessa Pool of Reflection! 

Finiamo la nostra giornata alla ricerca dei pipistrelli in Centennial Park, 
ma, vista la storia che c’è dietro, vi lascio qui il link per leggere come si è conclusa la nostra prima giornata nella Harbour City!

ANZAC Memoria in Hyde Park, Sydney


Giorno 2

Non eravamo sicuri se dedicare una giornata alla scoperta dei dintorni di Sydney ma, come al solito, abbiamo dato retta al mio istinto e vissuto una delle giornate più belle di sempre!

Dove?

Alle Blue Mountains!

Non vi parlerò molto di ciò che è successo in queste 12 ore nella natura perché, come tutte le storie, la giornata del 29 Dicembre si è aggiudicata un articolo a sé che potete leggere qui!

Vi darò solamente qualche informazione tecnica su come raggiungerle e cosa fare una volta lì!
Le Blue Mountains si trovano a circa 2 ore da Sydney, raggiungibili facilmente in auto o con un treno che parte dalla Sydney Central Station con direzione Katoomba, cittadina turistica da cui partirà la vostra escursione! Con circa 15$ avrete biglietto andata e ritorno, oppure potrete usare la Opal Card, carta valida per tutti i mezzi pubblici in città, traghetti inclusi.

Qui tutte le info sui trasporti e la Opal Card!

Il mio consiglio è quello di dedicarci almeno due giornate piene se non volete fare la nostra fine, oppure optare per uno dei tour organizzati che partono quotidianamente dal centro città!

Noi abbiamo fatto di testa nostra, come al solito!

Arrivati a Katoomba avrete tre modi per spostarvi:

  • A piedi, come abbiamo fatto noi, bellissimo, vi darà modo di vivere la giornata in maniera più autentica, ma sicuramente la prossima volta non sarà l’opzione che sceglieremo noi avendo solo una giornata a disposizione!
  • Con i bus di linea.
  • L’Explorer Bus che vi permette con circa 50$ (solo pacchetto bus) per l’intera giornata di salire e scendere ad ogni attrazione naturalistica e turistica a tuo piacimento!

Cosa c’è da fare dunque alle Blue Mountains?
Sicuramente vedere l’Echo Point con la vista sulle Three Sisters, ammirare le Katoomba Falls e le Wentworth Falls, perdersi (non quanto noi) tra i sentieri e la foresta pluviale, esplorare le grotte e farsi guidare da una guida aborigena alla scoperta di antiche leggende..

Ah, dimenticavo!

Lo Scenic World!!
Un’attrazione assolutamente ed estremamente turistica ma molto carina che vi permetterà di ammirare il panorama delle Blue Mountains da punti di vista differenti e con mezzi di trasporto inusuali (Skyway, Cableway e Railway)!

Blue Mountains, NSW


Giorno 3

Iniziamo la mattinata con una super colazione a base di pancakes a Rose Bay, dove prenderemo poi un idrovolante presso la Sydney Seaplanes che ci farà fare un volo di 15 minuti su tutta la città!

INDESCRIVIBILE!

Dopo l’emozione di atterrare sull’acqua della baia e dopo aver sorvolato dall’alto le scogliere a strapiombo sul mare non vediamo l’ora di raggiungere la spiaggia di Coogee, da cui faremo tutta la passeggiata costiera che ci porterà alla famosissima Bondi Beach!
Per risparmiare un po’ di tempo usiamo Taxify, equivalente di Uber, che in una ventina di minuti ci lascia proprio di fronte all’immensa spiaggia affollatissima di turisti e gente locale!
Un paio d’ore di relax tra abbronzatura e passeggiate sul bagnasciuga e finalmente ci mettiamo in cammino per la Bondi to Coogee Coastal Walk!

Si tratta di una camminata costiera che vi permetterà di ammirare non solo le spiagge più belle di Sydney ma anche i panorami mozzafiato che la caratterizzano! In un’ora si fa tranquillamente ma vi suggerisco di dedicarci almeno un pomeriggio in modo da godervi un po’ di vita di mare!

Tappe obbligatorie lungo il percorso:

  • Gordons Bay
  • Waverly Cemetry
  • Bronte Beach
  • Tamarama Beach
  • Bondi Beach
Gordons Bay, Sydney, NSW


Giorno 4

Per questa nostra ultima giornata a Sydney abbiamo dovuto modificare un pochino i nostri piani.
Essendo il 31 Dicembre molte strade erano chiuse per via dei festeggiamenti della sera e così anche i traghetti che da Circular Quay portano a Manly Beach e Watson Bay erano stati ridotti a quelli del mattino.

Decidiamo quindi di andare verso Manly e rinunciare alla seconda tappa.
Prendiamo il traghetto dal centro città e in circa 20 minuti ci ritroviamo nella parte nord di Sydney!
Inutile dire che il viaggio in traghetto è DA FARE solo per poter costeggiare e vedere l’Opera House dal fiume!

Manly è una cittadina molto di mare, che conserva ancora quel fascino autentico che a me fa impazzire! Il tempo non era dei migliori, le nuvole in Australia si muovono alla velocità della luce, ma abbiamo avuto modo di goderci un po’ di spiaggia lontano dal caos della città.

Manly, NSW


Visto che l’ultimo traghetto disponibile era quello delle 14 abbiamo deciso di saltare a malincuore Watson Bay per tornare in città.
Un giro tra i grattacieli del CBD, il cuore pulsante dell’economia di Sydney, e ci dirigiamo infine in quello che per me è il posto più bello e suggestivo che abbia trovato qui!

Il Chinese Garden of Friendship!

Si tratta di una vera e propria Oasi di pace al centro della città.
Questo giardino, situato a Darling Harbour e aperto al pubblico al costo di 6$, è stato disegnato in Cina per celebrare il bicentenario australiano e riflettere il legame solido con la sua città gemella Guangzhou, ed è in tutto e per tutto.. Oriente!

Pagode, The House, cascate, laghetti, vi immergerete in un’atmosfera unica che vi farà dimenticare per qualche istante di essere al centro di una metropoli!

Chinese Garden of Friendship, Sydney, NSW

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *