AUSTRALIA,  Curiosità,  POUCHAROOS, STORIE D'AUSTRALIA

Indice alfabetico per un Road Trip perfetto nel Western Australia!

Si sa, organizzare un viaggio non è mai facile. Ci sono mille cose da prendere in considerazione: il periodo, la durata, la destinazione..tutti aspetti che possono influire positivamente o meno sulla riuscita della nostra vacanza.

Ma vale la stessa cosa quando dobbiamo organizzare un Road Trip?

Decisamente no! Ci sono molte variabili che non si possono controllare e che renderanno il viaggio unico!
Qui vi racconterò alcune delle cose più o meno fondamentali che ho riscontrato durante il mio ultimo viaggio a nord di Perth (qui l’articolo a riguardo!), piccoli consigli che vi aiuteranno nella vostra pianificazione!

Partiamo!

Cable beach, Broome, Western Australia


A come Avventura!
Non credo esista aggettivo più corretto per rappresentare un viaggio on the road. La cosa più importante da fare, parlo specialmente ai fanatici dell’organizzazione come lo sono io, è lasciarsi andare agli avvenimenti, vivere ogni minuto senza il timore di rovinare tutto e lasciar succedere gli imprevisti. Saranno temporanee preoccupazioni ma fidatevi che scateneranno l’adrenalina in voi!

B come Bellezza!
Nulla da dire a riguardo! Sicuramente se state leggendo questo articolo significa che state pensando di organizzare un road trip, o magari lo avete già fatto, e siamo tutti d’accordo che è un tipo di viaggio alla scoperta di luoghi incantati e posti meravigliosi.
Lasciatevi travolgere dalla bellezza del paesaggio che attraversate, emozionatevi nel vedere cosa il mondo ha da offrirvi!

Karijini National Park, Western Australia


C come Condividere!
Partirete almeno in due persone, ne sono certa, è difficile pensare di affrontare un viaggio di questo tipo da soli, anche se c’è chi l’ha fatto!
Condividere sarà la parola d’ordine. Trovare compromessi sui posti da visitare, su dove dormire o cosa fare la sera. Sarà importante esternare pensieri e preoccupazioni, chiedere e dare aiuto in ogni occasione. Diventare creativi nel preparare pasti diversi con sempre i soliti tre ingredienti a disposizione, mangiare dallo stesso piatto e non avere spazi per se stessi.
Condividere tutto.

D come Dinamismo!
Fare un viaggio on the road significa non stare MAI fermi. Ringrazierete di avere 5 minuti di tranquillità quando spegnerete la macchina e non avrete la forza di alzarvi!
Sarete sempre alla ricerca di un posto in cui poter parcheggiare, o vi troverete a chiedere a chiunque dove trovare delle docce pubbliche e gratuite, o ancora starete camminando su sentieri impervi o nuotando in mezzo all’oceano circondati da delfini.
Road trip significa movimento!

E come Entusiasmo!
Entusiasmo letteralmente per qualsiasi cosa!
Inizierà tutto prima della partenza, durante l’organizzazione.
Si dice che un viaggio lo si vive tre volte no? Un viaggio di questo tipo lo vivi con un’energia diversa, più intensa, che comincerà a svilupparsi quando traccerai il tuo itinerario per poi esplodere durante il road trip stesso e continuare a vivere dentro di te quando dirai: “l’ho fatto davvero!!!”
Ma l’entusiasmo arriverà anche per le piccole cose, la famosa doccia pubblica trovata, un’inaspettata fonte di elettricità per caricare la macchina fotografica, o quando con la macchina, ormai in riserva da 50 km, riuscirai comunque a raggiungere il benzinaio. Tutto diventerà sorprendente!

Karijini National Park, Western Australia

F come Flessibilità!
Non essere troppo fiscale con orari o punti di sosta, riservati il lusso di poter scegliere e cambiare idea!
Pensare di affrontare un viaggio su strada avendo tutto sotto controllo non ti porterà sicuramente a viverlo al 100%.
Felicità è quello che avrai lasciando scorrere!

G come Gratitudine!
Essere grati nella vita è per me un concetto fondamentale, il solo fatto di avere la possibilità di svegliarci ogni mattina vale ogni sacrificio! Cosa c’entra con il road trip? Tutto!
Quanti di voi possono raccontare di avere fatto un viaggio del genere?
Un viaggio on the road non è per tutti, bisogna sapersi adattare e in cambio si riceverà il dono più grande, quello di poter assistere a spettacoli che solo la natura può darti!

H come Hotel? No grazie!
Parlo principalmente per il Western Australia in questo caso, un viaggio on the road negli Stati Uniti o semplicemente sull’altra costa (come ho già fatto) potrebbe essere affrontato diversamente sotto questo aspetto, ma non qui! L’Australia è grande, immensa, e la costa occidentale offre pochi posti in cui soggiornare che di conseguenza hanno prezzi abbastanza rilevanti. Perciò il mio consiglio è questo: noleggiate un van, un camper, o attrezzatevi con tende da campeggio e accendete i motori!!

I come Inventiva!
Trovare soluzioni e alternative può diventare durante un road trip un rito quotidiano. La cosa più importante è inventare e reagire in fretta per trasformare ogni inconveniente in avventura!
Immaginate tutte le possibilità che avete e mettetevi all’opera!

J come Jeep o Van?
Difficile decidere! Gli aspetti da considerare sono principalmente due: avete voglia di vivere 100% wild montando una tenda da campeggio ogni sera, ma avendo la “garanzia” di un mezzo che può percorrere tutte le strade oppure preferite avere la comodità di una casa su 4 ruote che potrebbe limitarvi il viaggio?
Io ho preferito il van, che è senza ombra di dubbio più pratico e ti permette benissimo di viaggiare su strade sterrate, anche se a una velocità massima di 20 km orari!
Però non mi precludo l’idea di fare il prossimo viaggio noleggiando un 4×4, aumentando il divertimento!

K come Kilometri!
Road trip significa letteralmente “viaggio su strada” di conseguenza preparatevi a macinare centinaia e centinaia di km! Vi sorprenderete di quanto il contatore aumenti in maniera costante, oppure quando vi ritroverete a fare 1000 km in più del previsto! Sì, mi è successo proprio questo, 1000 e passa km in più che ancora oggi mi chiedo come sia stato possibile!
Perciò.. Keep calm and drive!

L come Luce!
La corrente elettrica è una di quelle cose che potrebbero mancarvi di più in assoluto! Non tanto per l’utilizzo del telefono o per caricare la macchina fotografica, per quello c’è il nostro amico accendisigari, ma voglio vedere quanti di voi riescono a tenere i nervi ben saldi, cucinando nel buio più totale, con solamente una torcia da campeggio che attira tutti gli insetti più disparati della Terra!
Allo stesso tempo però l’assenza di luce vi permetterà di perdervi nello spettacolo, per me, più bello al mondo: la Via Lattea! E fidatevi quando vi dico che le stelle che si vedono nel Western Australia sono tra le più suggestive in assoluto!

M come Magia!
Sentirete le ruote del vostro mezzo scorrere sull’asfalto e ad ogni km percorso riuscirete a meravigliarvi per qualcosa di nuovo! Vi innamorerete delle strade infinitamente dritte affiancate da una terra così rossa che neanche i mattoni delle case fanno concorrenza. Vi incanterete nel vedere la fauna selvatica a portata di obiettivo, come se fossero lì per voi! Avrete gli occhi a cuoricino per tutto e, quando lo racconterete, trasmettere questo: magia!

Kalbarri National Park, Western Australia


N come Natura!
Parlando nello specifico del Western Australia e del road trip da cui sono appena tornata non c’è altro da dire se non che la natura è stata la più grande protagonista!
Animali che pensavo di poter vedere solo nei documentari, paesaggi sempre diversi, notti stellate, barriera corallina e piante di ogni tipo!
Abbandonate la città per qualche giorno, rinascerete!

O come Osare!
Spesso quando si è lontani da casa ci si ritrova davanti a situazioni scomode, situazioni in cui si può decidere di affrontare una propria paura vivendo così un’esperienza unica oppure rinunciare e trovare alternative più semplice e meno rischiose.
Per esperienza personale vi dico: Osate! Buttatevi! Rompete quel limite che vi tiene fermi sul bordo del precipizio e saltate!
La sensazione liberatoria che proverete dopo è a dir poco meravigliosa!

P come Progettare, ma non Pianificare!
Questa potrebbe essere la mia lettera preferita.
Da maniaca dell’organizzazione dei viaggi mi sono messa come mio solito a calcolare tutto nel dettaglio: i km, quanti pieni di benzina avremmo dovuto fare, dove trovare le migliori aree di sosta, a che ora arrivare e partire.
NON FATE QUESTO ERRORE!
Pianificate un itinerario, assolutamente! Pianificatelo lasciandovi delle riserve, non sarà mai tutto come su carta, ci sarà il giorno in cui sarete più stanchi e non avrete voglia di guidare per 7 ore, o il giorno in cui pioverà e invece che fare una mattinata al mare la passerete in macchina.
Create una scaletta, cercate di rispettarla, distruggetela e createne di nuove. L’importante è sapere il punto di arrivo, il come arrivarci è un’altra storia!

Q come Quantificare!
Se poco fa vi ho detto di non programmare con estrema precisione il vostro viaggio per non avere sorprese è però importante calcolare le cose principali.
Parlo principalmente di acqua potabile, benzina e cibo.
Viaggiando sulla costa occidentale dell’Australia vi renderete conto che poco più a nord di Perth le città scompaiono. Troverete piccoli centri abitati in cui tutto sarà molto più caro, molto molto di più.
Per questa ragione cercare di organizzare i pasti prima della partenza non dovendo fare ulteriori rifornimenti potrebbe essere di grande aiuto al portafogli!
Cercate di ricaricare le taniche dell’acqua ogni volta vi sia possibile, nei bagni pubblici, o nelle apposite fontanelle, è meglio abbondare che ritrovarsi sotto 35 gradi con l’ultima borraccia a disposizione!
Ultimo ma non per importanza, partite con almeno una tanica di benzina di scorta. Se le città sono rare a nord immaginate i benzinai! Può capitarvi di non trovare una stazione di servizio per 300 km, non dovrete rimanerne sorpresi! Molto meglio essere prudenti su questo!

R come Raccontare!
Fare un Road Trip non è come fare un viaggio normale. Le destinazioni sono tante, diverse tra loro, piene di caratteristiche uniche!
Quello che vorrai fare appena tornato a casa sarà raccontare a tutti quanti dei posti magnifici che hai visto, delle esperienze che hai fatto. Sarai così entusiasta di aver dormito per due settimane in un van, senza farti una doccia per giorni probabilmente e mangiando riso bollito senza sosta che le persone intorno a te non capiranno quanto autenticità tu sia riuscito a trovare in un semplice viaggio su strada!
Tu raccontalo con orgoglio, non è una cosa da tutti!


S come Strade!
Una cosa buffa che succede in Australia, sopratutto a ovest, sono le indicazioni che l’affidatissimo Google Maps ti suggerisce!
Se sullo schermo appare una scritta del tipo: “Girare a sinistra tra 1120 km” non ti stupire!
Sbagliare strada è praticamente impossibile considerando che di base ce ne sono solamente due! Goditi i km percorsi e cerca di evitare gli sterrati se non hai un 4×4, rischieresti di forare o peggio ancora rompere qualche pezzo e non credo saresti felice di abbandonare il tuo mezzo nel nulla più assoluto!
Sì perché qui in Australia chiamare il carro attrezzi può risultare più costoso che comprare una macchina nuova!


T come Tappe!
Partire senza una meta è un’avventura unica, ma allo stesso tempo decidere delle tappe “d’obbligo” può essere d’aiuto nella ricerca delle fonte primarie! Però diciamocela tutta, chi è che parte completamente alla cieca senza nemmeno il desiderio di visitare qualcosa di specifico?
Per questo credo sia un buon compromesso stabilire con anticipo i punti salienti del proprio viaggio così da avere dei riferimenti!
Cercate sempre di spezzare gli spostamenti con intelligenza, suddividendo le ore di guida in maniera equilibrata nei vari giorni, così da non ritrovarvi ad oziare in alcuni e essere su strada dall’alba al tramonto in altri!

U come Unione!
L’unione fa la forza.. ed è proprio così!
Come abbiamo già detto, se siete in road trip, sicuramente sarete almeno in due persone. Convivere e condividere praticamente 24/7 tutto quanto in un ambiente piccolo come un van non è di certo facile, può mettere a dura prova la pazienza di molti.
La cosa più importante da fare è sicuramente essere d’accordo sulle decisioni maggiori, sui posti da vedere o le esperienze da fare. Questo alleggerirà di gran lunga il fardello! A questo punto sarete già sulla buona strada per non avere screzi!
Se poi trovate una compagna di viaggio come la mia allora.. beh, sarete in una botte di ferro per affrontare un viaggio indimenticabile!

Pink Lake, Western Australia


V come Vivere!
Capita spesso di trovarci nel bel mezzo di un’esperienza e non viverla a fondo per colpa di preoccupazioni, pensieri, paure.
Cercate di lasciare a casa tutto ciò che potrebbe essere di impedimento.
Il Viaggio non dev’essere solo scoprire nuovi luoghi. Prendete il vostro Road Trip come un percorso dentro la vostra anima, allontanatevi dai telefoni e ascoltate il rumore del vento, tuffatevi nell’oceano e lavate via il negativo. Vivete!

W come Whale Shark!
Non puoi dire Western Australia, ad Aprile, senza dire Whale Shark, o Squalo Balena!
La costa occidentale australiana ha un fascino inspiegabile. Chi ha visitato le maggiori città della East Coast perdendosi questa zona non può dire di aver visitato l’Australia più autentica!
Qui è tutto incantato, è un luogo in cui animali magici appaiono davanti a te lasciandoti letteralmente a bocca aperta. Un luogo dove i sogni diventano realtà!
Immaginate di essere su una barca, circondati da un mare così turchese che sembra di poter toccare il fondale solamente allungando il braccio, ma in realtà ci saranno almeno 10 mt di profondità! Immaginate di essere pronti a tuffarvi in una piscina con l’acqua a 27 gradi, perché quella era la temperatura effettiva! Immaginate di trovarvi davanti al pesce più grande del mondo, a un gigante buono che fluttua mostrandosi a te, sapendo di essere così grande, potente e innocuo allo stesso tempo da trasmetterti solamente pace.
Questo è quello che puoi fare durante un Road Trip nel WA, essere tra i pochi fortunati al mondo da poter nuotare con non uno, non due ma ben 4 Whale Sharks!

Z come Zaino!
Siamo giunti alla conclusione di questo articolo che ha voluto darvi piccoli suggerimenti per affrontare al meglio un viaggio on the road!
Ora l’unica cosa che vi rimane da fare è prendere la macchina fotografica, una borraccia, un cappello, mettere lo zaino sulle spalle e…
Partire!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *