AUSTRALIA,  Curiosità,  ITINERARI

5 modi per viaggiare in Australia risparmiando su alloggio e trasporti!

In questo articolo vi svelerò i 5 modi che ho utilizzato per poter viaggiare in Australia risparmiando su alloggio e trasporti, suggerendovi trucchetti per trovare voli, alloggio e trasporti alla portata di tutti!
In questo modo sono riuscita a risparmiare davvero molto collezionando ricordi che sicuramente non avrei avuto con una tipologia di viaggio più classica!
Ricordatevi che tutti i consigli che vi darò tra poco potranno essere utilizzati praticamente in ogni parte del Mondo, quindi.. fatene tesoro!

1) Biglietto aereo: quando prenotarlo?

L’idea che “prima si prenota, più si risparmia” in realtà non è sempre veritiera e, questo, vale anche per l’Australia.
Per trovare un volo low cost bisogna per prima cosa prendere in considerazione diversi fattori. Il periodo del viaggio, feste e ricorrenze che possono coincidere con la vostra vacanza, le strategie di vendita delle compagnie aeree influenzeranno sicuramente il costo del biglietto.
Per esperienza posso dirvi cos’ho imparato e quando ho prenotato i voli per i miei viaggi in Australia.

Viaggiare in Australia risparmiando su volo ė fattibilissimo.
Esiste un intervallo di tempo in cui le compagnie aeree abbassano i prezzi per poter vendere il maggior numero di biglietti. Di solito troverete i prezzi migliori tra le 5 settimane, per i voli nazionali o a breve tratta, fino a un massimo di 6 mesi prima della partenza, per i voli più lunghi.

Vi faccio qualche esempio!
Il mio primo volo di sola andata per Perth, con partenza 1 Marzo 2018, l’ho pagato 450€, prenotandolo il 24 Gennaio 2018.
O ancora, Australia-Italia con partenza da Brisbane il 24 febbraio 2019, facendo uno scalo di 4 giorni a Perth, pagato 435€ con prenotazione effettuata il 12 Gennaio 2019. 

Trucchetti che possono fare la differenza quando prenotate un volo!

Altri trucchetti che ho utilizzato in merito a “quando prenotare un volo” li ho imparati da VOLOGRATIS. Mi ha insegnato ad evitare le prenotazioni al mattino, in quanto i prezzi saranno sicuramente più alti: chi deve spostarsi frequentemente per lavoro non guarda di per sé il costo dei voli ed è solito prenotare i biglietti la mattina, lasciate quelli più cari a loro!
Allo stesso modo è bene evitare di prenotare il vostro viaggio durante il weekend, più gente controlla l’andamento dei prezzi, più questi salgono! Io di solito li prenoto il martedì sera!

Se vi è possibile poi, cercate di essere flessibili con le date, o almeno di partire durante giorni infrasettimanali, in questo modo potrete sicuramente garantirvi le tariffe più basse!
Per il resto, occhi aperti a nuove offerte, promozioni o nuove tratte!
Ora che avete in mano il vostro biglietto e siete felici di aver risparmiato qualche euro potete passare alla fase successiva: prenotare l’alloggio!

2) Viaggiare in Australia risparmiando sull’alloggio, si può!

La risposta è… Sì!
La maggior parte delle persone che ho conosciuto prima di partire per l’Australia mi chiede spesso come faccia a permettermi di viaggiare così tanto.
Ora vi spiegherò come sia possibile fare tutto questo, e davvero non doversi quasi preoccupare dei costi dell’alloggio!

a) Dedicato a chi in viaggio cerca sempre di sentirsi a casa e ama un po’ di comfort!

Se quando viaggiatesiete alla ricerca di una situazione familiare e confortevole allora quasi sicuramente la vostra scelta relativa all’alloggio ricadrà su un hotel o un appartamento. Questo non significa che spenderete una fortuna, servirà solamente una ricerca più puntigliosa in modo da trovare la soluzione più adatta a voi!

I siti più utilizzati sono di solito Booking e Airbnb, ma pochi di voi magari sanno che si possono ottenere sconti da utilizzare per le vostre prenotazioni!
Molti viaggiatori abituali, ad esempio, possono avere lo sconto genius del 10% su Booking. L’alternativa é chiedere l’aiuto del pubblico, iscrivendosi a pagine Facebook come “Spenderò tutti i miei soldi in viaggio”. Qui basterà chiedere chi ha a disposizione uno sconto prenotazione, per entrambi i siti consigliati, e i nostri amici viaggiatori saranno felici di aiutarvi! In cambio loro riceveranno una piccola ricompensa in denaro o ulteriori vantaggi.

Altri siti o applicazioni in cui potrete trovare sconti e agevolazioni sugli alloggi sono per esempio Trivago, Expedia per citare i più famosi o l’applicazione DreamTrips per gli utenti iscritti, in questo caso ci sarà anche un ritorno monetario.

b) Dedicato ai viaggiatori avventurosi, pronti a vivere un’autentica esperienza australiana!

Se quando viaggiate invece la vostra parola d’ordine è Avventura oltre che Risparmio, allora preparatevi a leggere come ho visitato Singapore, Sydney, vissuto a Perth per quasi un anno e in Queensland per 5 mesi spendendo neanche un centesimo per l’alloggio!

La prima parte di questa sezione la dedichiamo ai viaggi di breve durata: avete mai sentito parlare di Couchsurfing?
Si tratta di una modalità di viaggio utilizzata principalmente da Backpackers ma in realtà adatta davvero a tutti!
Ho incontrato addirittura famiglie con bambini che affrontavano un viaggio di questo tipo!

La cultura del couchsurfing potrebbe essere vista con un’ottica di pregiudizio e scetticismo da molti italiani ma non voglio spaventarvi!
Sicuramente voi che state leggendo questo articolo e state considerando metodi alternativi di viaggio ne rimarrete sorpresi ed entusiasti!

Uno degli aspetti che influenza maggiormente il costo totale di una vacanza in Australia, ma non solo, è ovviamente quello dell’alloggio.

Couchsurfing: Condividiamo il mondo!

Se esistesse un sito che vi permettesse di mettervi in contatto con persone del luogo che hanno la possibilità di ospitarvi gratuitamente nella loro casa, lo fareste?

Ebbene, Couchsurfing, è proprio questo!
Un sito internet, con relativa applicazione, che vi mostra una serie di persone locali che hanno una stanza o una porzione di casa adibita ad ospitare viaggiatori!
Funziona esattamente come la prenotazione di un Hotel, si leggono le recensioni, se la persona o la famiglia sembra interessante, inserirete le date del soggiorno (solitamente pochi giorni) e si scrive un breve messaggio. In poche ore si riceverà una risposta affermativa in caso di disponibilità dell’alloggio, con relativa conferma oppure negativa, se la stanza è già occupata o se l’host non è sicuro di potervi, appunto, ospitare.
Una volta trovato il match ideale potrete stare tranquilli di avere un posto in cui dormire!
Ovviamente i pasti per la maggior parte dei casi non sono inclusi, ma avrete libero accesso alla cucina e a tutti i servizi della casa! 

Home made Pizza @Dane's house, in Sydney!
Home made Pizza @Dane’s house, in Sydney!
Perché farlo?

La domanda che sorge spontanea è “Perché un estraneo dovrebbe farmi entrare in casa sua?”
Me lo sono chiesta anche io la prima volta, ma dopo il primo soggiorno presso Nizar, a Singapore, ora carissimo amico, posso dirvi che la loro ospitalità è pura solidarietà!
Le ragioni sono molteplici, c’è chi fa Couchsurfing per conoscere nuove persone, nuove culture, chi lo fa per stringere nuove amicizie.
Ci sono poi famiglie che ospitano viaggiatori per insegnare ai loro figli che bisogna sempre dare un piccolo aiuto, a prescindere dal problema.
Dane, a Sydney, mi ha raccontato che lui stesso è stato un viaggiatore e sa bene quanto possa essere costoso spostarsi.
Spesso gli capita di avere una stanza libera in casa sua perciò utilizza il couchsurfing per rivivere un po’ le sue avventure in giro per il mondo e raccontare le sue storie.
Viaggiare in Australia risparmiando non sarebbe stata la stessa cosa senza il couchsurfing!

Ci scambiamo la casa?

Un’altra modalità che purtroppo non ho ancora avuto modo di provare, ma sicuramente mi incuriosisce molto, è lo scambio della casa!
Come funziona?
Esistono diversi siti che permettono questa modalità, come Scambio Casa, Home Exchange o Love Home Swap che con pochi euro se non addirittura gratuitamente, vi permettono letteralmente di scambiare casa con un’altra per un breve periodo di vacanza!
Voi andrete da loro, e loro verranno da voi!

Che ne dite allora? Ancora scettici o iniziate a immaginare il vostro viaggio condividendo racconti in giro per il mondo? 

3) Viaggiare lavorando, un’alternativa per evitare le spese dell’alloggio in Australia!

Ora passiamo a voi che invece di una breve vacanza avete deciso di intraprendere un vero e proprio viaggio di medio-lunga durata!

Quando ho deciso di partire per l’Australia avevo da parte davvero pochi risparmi. Questa situazione mi ha messo nella condizione di affrontare il viaggio cercando un posto dove stare gratuitamente, in cambio di lavoro.
Ci sono tante modalità che lo permettono: lavorare come aupair prendendosi cura dei bambini mentre i genitori sono al lavoro, lavorare in una farm raccogliendo frutta e verdura o accudendo gli animali, dare una mano negli ostelli in cambio di una stanza o svolgere qualsiasi altro tipo di lavoro in parte retribuito economicamente e in parte con vitto e alloggio.

Fishing in Queensland
Fishing in Queensland

Viaggiare in Australia risparmiando e lavorando è una grande opportunità che ti permette non solo di guadagnare qualche soldino per continuare le tue avventure, ma ti fa sentire parte della cultura del posto, stringendo legami con persone che potranno rivelarsi la tua seconda famiglia.
E questo è quello che ho trovato io vivendo per quasi un anno con dei completi estranei: una famiglia!
Ci sono diversi siti internet che permettono di trovare scambi e lavori di questo tipo: Aupairworld e Work Away sono i più famosi, in più potrete sbizzarrirvi, soprattutto per l’Australia, con tutte le pagine facebook come Backpackers Job, Farm work, e quelle specifiche delle varie località!

4) Lavorare Online

Io oltre essere un aupair, ho sempre abbinato al lavoro tradizionale una parte di lavoro online.
Da tre anni sono nel settore del network marketing e questo mi ha permesso oltre che mettere da parte la cifra necessaria a partire, ad avere una mentalità molto più aperta che mi ha portato a trasferirmi dall’altra parte del mondo.
Ci sono molte modalità di lavoro online: da collaborazione con aziende, all’utilizzo mirato dei social network, al network marketing, al giornalismo di viaggio.
Potremmo stare qui a parlarne per giorni, scriveró un articolo a riguardo prossimamente!
Trovare una piccola passione da sviluppare in parallelo alle attività di tutti i giorni potrebbe rivelarsi un’ottimo modo di affrontare le spese di viaggio!

Working online in Chinchilla, Queensland
Working online in Chinchilla, Queensland

5) Viaggiare in Australia risparmiando sui trasporti!

Questo é l’ultimo grande scoglio di chi affronta un viaggio in Australia, così come in ogni altra parte del Mondo: come mi sposto senza spendere un capitale?

Bus gratuiti in centro città!

Partiamo dai mezzi di trasporto nelle maggiori città: sapete che nella zona centrale di Sydney, Melbourne, Perth, Brisbane e Adelaide esiste un servizio di bus gratuiti?
Per sapere che zona copre esattamente questo servizio vi basterà digitare so Google “Free Bus Zone……..” seguito dal nome della città che vi interessa. Vi si aprirà la classica schermata di Google con una serie di link, di solito il primo ė quello corretto, in cui avrete modo di controllare la mappa con le relative fermate gratuite del pullman!
Qui vi lascio il link della Free Transit Zone di Perth, la città in cui vivo attualmente!

Fuori dalla zona del centro poi servirà un biglietto specifico o un abbonamento. Solitamente in Australia ogni città ha una sua specifica tessera dei trasporti, ricaricabile.
Vi basterà recarvi nella stazione più vicina o in una news agency a seconda della zona in cui siete e caricarla con 10-20$. Ricordatevi di fare “Tag ON” quando salite, e “Tag OFF” quando scendete dal mezzo, all’apposita macchinetta che trovate direttamente sul pullman o all’uscita della stazione del treno!
In questo modo vi verranno in automatico scalati i soldi relativi alla tratta che avete effettuato. Essendo le città divise in zone non dovrete preoccuparvi di prendere un biglietto specifico per la fermata desiderata!

Sydney, NSW
Sydney, NSW
Noleggiare l’auto il van o trovare una relocation?

Se in città i mezzi sono gratuiti non si può dire lo stesso quando bisogna noleggiare il mezzo di trasporto che vi porterà in giro per l’Australia!
Ma non disperate! Ho la soluzione anche per questo!

Andiamo con ordine!

Sicuramente se amate viaggiare comodi la vostra scelta ricadrà sul noleggio di un’automobile.
Ci sono davvero molte compagnie che si occupano di questo: Rental Cars, Europcar, Hertz ma come sapete queste compagnie hanno costi piuttosto elevati.
Lo stesso vale per i Van, se la vostra tipologia di viaggio ė più avventuriera e la vostra idea ė quella di viaggiare in camper, state certi che la spesa sarà piuttosto notevole!
Camptoo e Camplify sono ottimi siti di ricerca se si ritorna alla destinazione di partenza, mentre Apollo Camper, Britz, e altri siti che potrete trovare facilmente su internet sono adatti nel caso il vostro punto di arrivo sarà una località differente.

La cosa positiva, che molti di voi probabilmente non sapranno, ė che esiste una modalità di noleggio straordinariamente vantaggiosa che si chiama Relocation!

Come funziona la Relocation in Australia

La relocation ė per me la vera rivoluzione del viaggio low cost!
Premetto che quando questa pulce vi entrerà nell’orecchio dovrete dedicare tempo e dedizione alla ricerca del vostro mezzo iper economico, ma ė assolutamente possibile farlo!

Viaggiare in Australia risparmiando potrebbe essere così semplice!
La Relocation non ė altro che il trasporto di un mezzo da una città all’altra per conto di una compagnia di noleggio.
Vi spiego meglio!
Se io oggi noleggio un’automobile o un camper a Perth e ho intenzione di arrivare fino ad Adelaide, senza poi tornare indietro, la compagnia me lo permette senza problemi con una maggiorazione del costo totale.
Questo camper però dovrà tornare nella sede di partenza in qualche modo, perciò le compagnie hanno studiato questa modalità!
Circa due settimane prima della partenza, tre se siete fortunati, le varie agenzie di relocation mettono a disposizione l’elenco dei mezzi disponibili.
Possono essere automobili di ogni genere, van o camper e sono tutti quotati tra un prezzo compreso tra 1 e 10$ al giorno, solitamente!

Ovviamente non ė tutto ora ciò che luccica e ci sono degli aspetti da considerare. Sarà la compagnia a dirvi in massimo quanti giorni potrete fare la tratta prevista: ad esempio, Brisbane-Cairns, in massimo 6 giorni, 5$ al giorno di noleggio e 300$ di benzina inclusa.
Questo ė una delle offerte che potrete trovare! A volte ci sarà la possibilità di allungare il noleggio pagando di più i giorni in eccesso, altre volte nell’offerta sarà compreso parte del costo della benzina, altre ancora sarà tutto limitato allo spostamento della macchina nel tempo da loro richiesto.

Qui vale la legge del “primo arriva, meglio si accomoda” quindi vi consiglio di controllare più volte al giorno i vari siti!

Harbour Bridge, Sydney
Harbour Bridge, Sydney

La serie “Viaggiare in Australia risparmiando” finisce qui per oggi.
Ora mettetevi all’opera, prenotate la vostra vacanza nella terra dei canguri e iniziate a sognare con il mio ultimo viaggio nel Western Australia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *